Politica

Ma il PD che cosa è?

di Pino Rotta


In Francia i socialisti con Ségolène Royal perdono, ma non prima di andare al ballottaggio, in Inghilterra i laburisti, perdono, ma sono al governo da dieci anni e pur calando mantengono un livello di consenso ancora molto alto, in Spagna Zapatero porta la crescita al 4%, abbatte la disoccupazione, mette in castigo la chiesa cattolica e vince per la seconda volta.

Ma in Italia Veltroni e compagni si sono chiesti, aldilà delle menate televisive, che cosa è il PD? Si sono chiesti da dove vengono (e dove eventualmente possono andare!) i voti del tanto sbandierato 33%?

Non c’è dubbio che, sotto il ricatto della legge elettorale "porcellum", una buona parte dei voti della sinistra arcobaleno sono stati convogliati per forza nel PD. E’ ragionevole pensare che i Socialisti, mal rappresentati da Boselli, si siano in parte dispersi ed in parte astenuti, se a questo aggiungiamo il fatto che i cattolici organizzati, come sempre, hanno votato per i propri rappresentanti, in questo caso l’UDC, ed i cattolici della ex Margherita, i meglio organizzati sul territorio hanno mantenuto, chi è che ha perso?

C’è da chiedersi se il PD, che non si richiama neanche più al Partito Socialista Europeo, può pretendere di rappresentare la cultura socialista e democratica, come dice, quella sinistra dei diritti, delle garanzie e delle libertà.

Di quei valori e base sociale scippata da Berlusconi e da Bossi! Insomma Cosa è il PD?

Contatore visite


HELIOS Magazine

HELIOSmag@hotmail.com