Società

NO AL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

"I cantieri del Ponte saranno un gigantesco appetitoso affare per la mafia e la ‘ndrangheta italiana ed internazionale."

 

di Pino Rotta


Qualche giorno fa ho voluto esprimere formalmente la mia stima e solidarietà a Giancarlo Melito, Sindaco di Villa S. Giovanni, ancora una volta, obiettivo di violenza per il suo impegno di politico, di uomo libero e coraggioso.

Villa S. Giovanni è una città che ci appartiene emotivamente è quasi una cosa unica con Reggio Calabria.

Ci passiamo guardandola dall’autostrada quando andiamo nello splendore del golfo di Scilla. Pensavo a questo quando ho appreso la notizia dell’approvazione dei fondi CIPE per il Ponte sullo Stretto.

Non mi importa nulla della tifoseria ideologica dei pro e contro il Ponte, mi sono abituato all’idea che la maggioranza degli italiani siano incapaci di ragionare e vadano avanti facendo il tifo seduti davanti alla televisione.

Quello che osservo ha un valore pratico, una conseguenza immediata e una futura.

I cantieri del Ponte saranno un gigantesco appetitoso affare per la mafia e la ‘ndrangheta italiana ed internazionale. Possiamo anche fregarcene ma questo è un dato di fatto assodato e consolidato nella storia recente della criminalità organizzata. La politica che decide se ne assume la responsabilità oggi e per il futuro.

E proprio sul futuro ricadrà il secondo effetto di questa scelta.

I soldi sprecati in un’opera imperiale verranno sottratti alle ferrovie, all’aeroporto, all’autostrada ed alle strade interne della Calabria, lasciando chilometri di costa da Scilla a Reggio devastati da cantieri che rimarranno aperti per venti anni. Tra venti anni, il malcapitato turista che vorrà passare sul Ponte arriverà sullo Stretto, come ai tempi di Lord Byron, in groppa ad un asino in un tour di mesi tra le lande spopolate del nuovo Regno delle Due Sicilie.

Nel frattempo i nostri soldi andranno a scaldarsi al sole dei paradisi fiscali delle isole del Pacifico.

Contatore visite


HELIOS Magazine

HELIOSmag@hotmail.com