Poesia

Silvia Sestito - Il pensiero Dominante (Edizioni, Iride Rubettino)

 

di Pino Rotta


E’ sempre impegnativo affrontare sentieri che non ci sono familiari. Tale è per la mia formazione la poesia. Ma tra le poche cianfrusaglie intellettuali che mi sono rimaste in tasca dopo tanti anni di letture più o meno utili, più o meno interessanti, che più o meno vale la pena di tenere in tasca c’è la convinzione che l’arte, e dunque la poesia regina tra le arti, se non riesce a destare un cambiamento nella nostra realtà emotiva ed anche cognitiva non è arte ma rappresentazione, non sempre ben riuscita della realtà.

Con questi pensieri e con la mente sgombra da ogni pre-giudizio mi sono posto alla lettura dell’ultimo volume di poesia di Silvia Sestito dal titolo Il pensiero Dominante (Edizioni, Iride Rubettino) volume che segue di due anni il precedente Piani Paralleli.

Silvia Sestito nella poesia ci vive da sempre se è vero che la poesia è musica perché di questo vive, e non solo materialmente, Silvia, di musica che insegna nelle scuole.

C’è un’essenza nelle sue composizioni poetiche Silvia va direttamente all’anima del lettore perché offre in maniera immediata e disarmata la propria di anima con parole che, come note musicali, fanno vibrare le carde delle nostre emozioni.

E’ così ad esempio per la poesia Chi mai:

Chi mai

saprà

dei pensieri

che

chiusi

fra pareti mentali

sono aquiloni

o scuri.

Parole

più spesso

non dette

non scritte

nell’anima nostra

ilare

libera

pura

senza codice criptico.

Senza pretendere di entrare nei meandri dei significati offerti nelle sue poesie semplicemente ne suggerisco la lettura "itinerante". Nel doppio senso di leggere lasciandosi portare dal ritmo e dalle atmosfere dei versi ma anche di leggere le poesie di Silvia Sestito passeggiando in spazi aperti perché è di spazio che hanno bisogno la nostra autrice ed i suoi versi; uno spazio che quanto più si fa intimo tanto più ci fa desiderare uno sguardo nell’infinito.

Per finire non posso fare a meno di citare la prefazione del volume Il Pensiero Dominante fatta dal prof. Pasquino Crupi, la cito soltanto e mi taccio semplicemente perché non sono riuscito a capirla.

(Pino Rotta. Un omaggio a Silvia Sestito)

Contatore visite


HELIOS Magazine

HELIOSmag@hotmail.com