IL FONDAMENTO ESOTERICO DELLA MASSONERIA
Prof. Giuliano DI BERNARDO Gran Maestro della Gran Loggia Regolare d'Italia


La Massoneria è una concezione dell'uomo che richiede il perseguimento di finalità etiche orientate dalla trascendenza secondo modalità iniziatiche.
Da questa definizione, si evince che la Massoneria è una concezione etica dell'uomo. Essa, pertanto, non è né religione né materialismo ateistico.
Poiché non è una religione, la Massoneria non è in concorrenza con le religioni costituite, anche se nel Tempio s'incontrano uomini professanti tutte le fedi religiose. Per diventare massone non si può condividere una visione ateistica della vita.
La morale è al vertice della vita spirituale del massone ed è giustificata dal principio trascendente del Grande Architetto dell'Universo, che conferisce senso alla realtà concepita massonicamente e rappresenta il fine verso cui tende il lavoro iniziatico dei massoni.
La Massoneria non può essere aperta agli atei proprio in virtù delle modalità iniziatiche mediante cui avviene il perfezionamento del massone. L'iniziazione esige la sacralità e la sacralità si manifesta attraverso la presenza del divino.
La vera natura della Massoneria appare manifesta se consideriamo i tre Gradi che la costituiscono.
Il Primo Grado (Apprendista) è caratterizzato dall'etica. Con esso comincia l'educazione del massone. Tale Grado è incentrato sul rapporto massone-massone e massone-non massone. E' il Grado in cui il massone migliora se stesso ed instaura relazioni con altri uomini, sia massoni sia non massoni, limitatamente alla sua capacità di discernere il bene dal male. In tale ambito il massone, seguendo la via illuminata dai Rituali, tende a sviluppare, al massimo grado le virtù umane della solidarietà, dell'amore fraterno, della carità ecc. L'etica è l'espressione della ragione discorsiva.
Il Secondo Grado (Compagno) è caratterizzato dalla metafisica, ossia dal rapporto uomo-Dio. E' proprio qui che si sviluppa il senso religioso del massone, si assume il Grande Architetto dell'Universo, si rifiuta ogni forma di materialismo ateistico. Senza essere una religione, la Massoneria è religiosamente ispirata. Il massone stabilisce un rapporto con Dio, che lo porterà, alla fine, davanti al suo trono. La metafisica di cui si parla nel Secondo Grado è una metafisica intellettuale, basata sulla conoscenza del rapporto uomo-Dio.
Il Terzo Grado (Maestro) è sempre caratterizzato dalla metafisica, la quale, tuttavia, non è più fondata sull'intelletto ma sull'intuizione. La metafisica intuitiva non è più qualificabile ma ineffabile.
Da ciò segue che il Grande Architetto dell'Universo, nei Gradi di Apprendista e di Compagno, è il Dio vivente, il Dio delle religioni del quale libri e documenti sacri rendono testimonianza. Nel Grado di Maestro, egli è il Dio nascosto dell'Ebraismo, il Dio di cui non si può parlare poiché ogni sua qualificazione lo rivelerebbe e lo limiterebbe. Ecco perché, in Massoneria, questo grado è ineffabile.
L'iniziazione e i1 perfezionamento del massone avviene all'interno del Tempio, ossia in un luogo sacro. La sacralità del Tempio è garantita dalla ritualità. Infatti il Tempio, separato dallo spazio profano, è aperto verso l'alto, il Divino. Esso è, perciò, una porta del cielo che mette in comunicazione l'uomo con Dio.
A tale idea di Tempio è legato il simbolismo della centralità del mondo, che trova diverse interpretazioni. La più importante è quella dell'asse del mondo (axis mundi), rappresentata dalla colonna che sorregge il mondo, dal palo della tenda, dalla montagna o città santa. Così il tempio di Salomone, la basilica cristiana, il duomo romanico, la cattedrale gotica, che dovevano riprodurre in terra la città celeste.
La Massoneria è forse la più importante espressione dell'esoterismo. E' proprio il suo fondamento esoterico che ammanta la Massoneria di un fascino secolare che lo rende sempre attuale.


HELIOS Magazine

HELIOSmagazine@diel.it